Lingua
DE | FR | IT |

Domande più frequenti

Hai una domanda di interesse generale circa le perdite urinarie? Dai un’occhiata ad alcune delle domande più frequenti.

La mia situazione è permanente?

Non necessariamente. Potrai ottenere una riduzione dei sintomi a seconda del tipo di perdite urinarie da cui sei affetto e ricominciare a goderti la vita senza preoccuparti delle perdite urinarie. Per sapere quale potrebbe essere il trattamento giusto per te, ti invitiamo a consultare un medico.

Non posso più bere il caffè?

No, ma è meglio ridurre la quantità di caffè che bevi. La caffeina e l’alcol sono due cause comuni di aumento della quantità di urina prodotta dall’organismo.

Quando potrò vedere i risultati degli esercizi per il pavimento pelvico?

Dipende dalla tua condizione attuale, ma è bene sapere che ci vuole tempo prima di ottenere dei risultati. Ricorda che gli esercizi permettono un miglioramento a lungo termine e non risolvono il problema da un giorno all’altro, quindi prenditi tutto il tempo e tieni presente che potrebbero passare diverse settimane prima di notare qualche cambiamento. Esistono fisioterapisti specializzati negli esercizi per il pavimento pelvico. Non esitare a consultarli per saperne di più.

Come posso sapere quale prodotto TENA utilizzare?

Se all’inizio non sai quale prodotto utilizzare, ti consigliamo di provare il campione gratuito “Mantieni il controllo” di TENA.  Si tratta di una confezione contenente campioni gratuiti di TENA che permette di provare vari prodotti a casa prima di fare il tuo acquisto. Inoltre è buona norma consultare il tuo medico, che può darti dei suggerimenti sul prodotto più adatto a te.

Perché così tanti uomini soffrono di perdite urinarie?

Le perdite urinarie possono presentarsi per diverse ragioni ed è importante ricordare che si tratta di un problema diffuso tra gli uomini. Infatti, circa 1 uomo su 4 sopra i 40 anni* sperimenta una qualche forma di perdita urinaria. Le cause variano da un individuo all’altro, ma si possono citare alcune cause tipiche delle perdite urinarie come l’indebolimento dei muscoli del pavimento pelvico, l’età, l’obesità o una prostata ingrossata. In alcuni casi potrebbe trattarsi di una patologia ereditaria. È importante consultare il tuo medico per determinare la causa nel tuo caso specifico.
*Secondo un’indagine condotta da SCA nel 2012, su uomini di più di 40 anni in USA, Regno Unito, Germania, Italia, Russia e Messico. Dati archiviati non pubblicati.

What are cookies?

Lorem ipsum dolor sit amet lorem ipsum dolor sit amet lorem ipsum dolor sit amet.